miércoles, 30 de noviembre de 2011

LUIGI TENCO ANGELA Angela, Angela, angelo mio io non credevo che questa sera sarebbe stato davvero un addio, Angela credimi, io non volevo. Angela, Angela, angelo mio quando t'ho detto che voglio andarmene, volevo solo vederti piangere, perché mi piace farti soffrire. Angela, Angela, angelo mio ma tu stasera invece di piangere guardi il mio viso in un modo strano come se fosse ormai lontano. Ti prego, Angela, no, non andartene non puoi lasciarmi quaggiù da solo non è possibile che tutto a un tratto io possa perderti, perdere tutto. Volevo farti piangere vedere le tue lacrime sentire che il tuo cuore è nelle mie mani. LUIGI TENCO CIAO AMORE CIAO La solita strada, bianca come il sale il grano da crescere, i campi da arare. Guardare ogni giorno se piove o c'e' il sole, per saper se domani si vive o si muore e un bel giorno dire basta e andare via. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Andare via lontano a cercare un altro mondo dire addio al cortile, andarsene sognando. E poi mille strade grigie come il fumo in un mondo di luci sentirsi nessuno. Saltare cent'anni in un giorno solo, dai carri dei campi agli aerei nel cielo. E non capirci niente e aver voglia di tornare da te. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Non saper fare niente in un mondo che sa tutto e non avere un soldo nemmeno per tornare. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. Ciao amore, ciao amore, ciao amore ciao. LUIGI TENCO HO CAPITO CHE TI AMO Ho capito che ti amo quando ho visto che bastava un tuo ritardo per sentir svanire in me l'indifferenza per temere che tu non venissi più Ho capito che ti amo quando ho visto che bastava una tua frase per far sì che una serata come un'altra cominciasse per incanto a illuminarsi E pensare che poco tempo prima parlando con qualcuno mi ero messo a dire che oramai non sarei più tornato a credere all'amore a illudermi a sognare Ed ecco che poi Ho capito che ti amo e già era troppo tardi per tornare per un po' ho cercato in me l'indifferenza poi mi son lasciato andare nell'amore. LUIGI TENCO IN QUALCHE PARTE DEL MONDO In qualche parte del mondo una capanna tra gli alberi sopra una piccola spiaggia accarezzata dal mare. In qualche parte del mondo là nel silenzio di un angelo vola tra gli alberi e il cielo l'eco di note lontane. Talvolta socchiudo gli occhi e m'illudo d'essere con te sulla sabbia ad ascoltare la voce del vento. In qualche parte del mondo noi due soltanto tra gli alberi là dove c'è una capanna presso la riva del mare. LUIGI TENCO LA BALLATA DELL'AMORE Amore, amore, amore, amore, amore... su questo amore è già stato detto tutto eppure tutti hanno ancora da dire chi parlando del cuore chi con parole nuove. Amore, amore, amore, amore, amore... ad ascoltare tutto quel che se ne dice sembra che intorno ci sia solo gente che oltre al grande amore non pensa a niente. Chi fa dell'amore la cosa più grande, chi invece lo vede, soltanto come un gioco, chi ha dell'amore i suoi giorni più belli, chi invece vi trova solo disperazione. Amore, amore, amore, amore, amore... povero amore ti cercano sempre, parlan di te anche troppo sovente, io per una volta non dirò niente. LUIGI TENCO LONTANO LONTANO Lontano lontano nel tempo qualche cosa negli occhi di un altro ti farà ripensare ai miei occhi i miei occhi che t'amavano tanto E lontano lontano nel mondo in un sorriso sulle labbra di un altro troverai quella mia timidezza per cui tu mi prendevi un po' in giro E lontano lontano nel tempo l'espressione di un volto per caso ti farà ricordare il mio volto l'aria triste che tu amavi tanto E lontano lontano nel mondo una sera sarai con un altro e ad un tratto chissà come e perché ti troverai a parlargli di me di un amore ormai troppo lontano. LUIGI TENCO MI SONO INNAMORATO DI TE Mi sono innamorato di te perché non avevo niente da fare il giorno volevo qualcuno da incontrare la notte volevo qualcuno da sognare Mi sono innamorato di te perché non potevo più stare sola il giorno volevo parlare dei miei sogni la notte parlare d'amore Ed ora che avrei mille cose da fare io sento i miei sogni svanire ma non so più pensare a nient'altro che a te Mi sono innamorato di te e adesso non so neppure io cosa fare il giorno mi pento d'averti incontrato la notte ti vengo a cercare. LUIGI TENCO QUANDO Quando il mio amore tornerà da me nel cielo una stella splenderà s'e' spenta da quando il mio sogno e' svanito da quando il mio amore fuggì da me Quando il mio amore tornerà da me nel mare una perla nascerà saranno le lacrime che ha pianto la stella nel veder solo e triste il mio cuor Quando il mio amore tornerà da me nell'aria un violino suonerà la musica dolce scenderà nel mio cuore ed il tempo si fermerà solo quando il mio amore tornerà da me. LUIGI TENCO RAGAZZO MIO Ragazzo mio, un giorno ti diranno che tuo padre aveva per la testa grandi idee, ma in fondo, poi.... non ha concluso niente non devi credere, no, vogliono far di te un uomo piccolo, una barca senza vela Ma tu non credere,no, che appena s'alza il mare gli uomini senza idee, per primi vanno a fondo Ragazzo mio...un giorno i tuoi amici ti diranno che basterà trovare un grande amore e poi voltar le spalle a tutto il mondo no, no, non credere,no, non metterti a sognare lontane isole che non esistono non devi credere,ma se vuoi amare l'amore tu,...non gli chiedere quello che non può dare Ragazzo mio, un giorno sentirai dir dalla gente che al mondo stanno bene solo quelli che passano la vita a non far niente no,no,non credere no, non essere anche tu un acchiappanuvole che sogna di arrivare non devi credere, no, no, no non invidiare chi vive lottando invano col mondo di domani LUIGI TENCO SE SAPESSI COME FAI Se sapessi come fai a fregartene così di me se potessi farlo anch'io ogni volta che tu giochi col nostro addio Se sapessi come fai a essere sempre così certa che io dico, dico ma alla fine vengo poi sempre a pregarti non andar via Vorrei che per me un giorno solo le parti si potessero invertire quel giorno ti farei soffrire come adesso soffro io Se sapessi come fai a fregartene così di me a sapere così bene sino a che punto ho bisogno di te A saperlo così bene ancor meglio di me LUIGI TENCO TU NON HAI CAPITO NIENTE Tu non hai capito niente di come sono io e di come ti amerei di più se una volta fossi tu a cercarmi. Tu non hai capito niente stai lì ad aspettare devo sempre essere io il primo a chiedere l'amore. Poi appena ti stringo una mano tra le mani allora tutto cambia tu diventi uguale a me ma è già un'altra cosa non è più la stessa cosa è il primo passo che vorrei date. Tu non hai capito niente ma forse capirai quando un giorno mi sarò stancato di te che aspetti sempre e quel giorno ti farò aspettare inutilmente. Tu non hai capito niente... LUIGI TENCO UN GIORNO DOPO L'ALTRO Un giorno dopo l'altro il tempo se ne va le strade sempre uguali, le stesse case. Un giorno dopo l'altro e tutto e' come prima un passo dopo l'altro, la stessa vita. E gli occhi intorno cercano quell'avvenire che avevano sognato ma i sogni sono ancora sogni e l'avvenire e' ormai quasi passato. Un giorno dopo l'altro la vita se ne va domani sarà un giorno uguale a ieri. La nave ha già lasciato il porto e dalla riva sembra un punto lontano qualcuno anche questa sera torna deluso a casa piano piano. Un giorno dopo l'altro la vita se ne va e la speranza ormai e' un'abitudine. LUIGI TENCO VEDRAI VEDRAI Quando la sera tu ritorni a casa non ho neanche voglia di parlare tu non guardarmi con quella tenerezza come fossi un bambino che rimane deluso Si lo so che questa non è certo la vita che hai sognato un giorno per noi Vedrai vedrai vedrai che cambierà forse non sarà domani ma un bel giorno cambierà Vedrai vedrai che non sei finito sai non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà Preferirei sapere che piangi che mi rimproveri d'averti delusa e non vederti sempre così dolce accettare da me tutto quello che viene Mi fa disperare il pensiero di te e di me che non so darti di più Vedrai vedrai vedrai che cambierà forse non sarà domani ma un bel giorno cambierà Vedrai vedrai che non sei finito sai non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà.

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada