jueves, 1 de diciembre de 2011

MICHELE ZARRILLO SOGNO Che faccio qui sull'isola tra fiori e sensualità Nell'euforia esotica di musica e libertà Se tanto c'è qualcosa che non posso comprare mai Se non ho più quel dolce sorriso che hai Oh sogno Dai mari del mondo il dolce ritorno Negli occhi tuoi E sento che il bene profondo È viverti accanto nei gironi miei Che faccio qui sull'isola tra mille sirene ormai Se poi non ho lo stomaco e il cuore dei marinai Mi sveglierei domenica sdraiato negli occhi tuoi A casa mia nel dolce rifugio che hai Oh sogno Dai mari del mondo il dolce ritorno Negli occhi tuoi E sento il bene profondo È viverti accanto nei giorni miei Siamo canzoni siamo emozione Non scordarlo mai L'amore ha bisogno di noi Siamo canzoni siamo emozioni (sto ritornando da te) Non scordarlo mai (insieme a te) L'amore ha bisogno di noi Oh sogno Da un cielo stupendo il dolce ritorno Negli occhi tuoi E sento davanti al tramonto Di esserti accanto Dovunque sei MICHELE ZARRILLO SOLTANTO AMICI MICHELE ZARRILLO SOTTO IL CIELO NON C'È NIENTE DI NUOVO MICHELE ZARRILLO STO CERCANDO AMORE Di giorno non vivo la notte di più Mi piace il respiro delle autoradio parcheggiate al blu Di quelle ragazze in agitazione Le gambe un po' chiuse un po' aperte Che si fan toccare solo un po' al portone. E passo le case di amici che ho Che stanno dormendo e mi sembra di proteggerli anche un po' Andare a dormire è arrendersi ormai Vorrei mi succeda qualcosa Qualcosa che poi non succede mai. Sto cercando amore In questa mia città che l'hanno uccisa ormai E che tra un ora si risveglia già. Sto cercando amore Qualcuno ci sarà da solo come me Qualcuno che ha capito che bisogno c'è. Il sesso per strada confonde le idee I bar sono chiese tabacchi aperti le mosche E allora capisci che le chiavi del mondo Stanotte ce l'hanno Quei due ragazzi sul muro che si stanno baciando. Sto cercando amore... ... e poi mi volto e all'improvviso Cado nei tuoi occhi soli come i miei La luce rossa sul tuo viso Tu che aspetti il verde per i fatti tuoi E tutti cercano un amico ma nessuno mai mai nessuno mai E mi ritrovo stropicciato all'alba senza te. Sto cercando amore MICHELE ZARRILLO STOP...NON T'AMO PIÙ MICHELE ZARRILLO STRADE DI ROMA Mi rivedo sognante e vibrante nel centro di Roma a guardar vetrine. Tra i negozi la gente la fretta dell'ora di punta tu mi passi accanto. Non ti accorgi di un uomo che adesso cammina da solo in questa sera che soffia silenzio e nostalgia oramai non c'è proprio nessuno sulla via. Camminando per strade deserte nel centro di Roma mi diverto tanto. Ci ripenso mi guardo mi sfido la strada e' un mistero cento lire in cielo da quale parte si va la mia anima è nuda come i manichini in vetrina dove la gente misura soltanto vanità ma il mestiere di vivere adesso mi salverà e chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela. Ma perché quando un uomo è da solo diventa più vero che strano pensiero in questa notte che va tra i sobborghi di antiche ringhiere i mercati le chiese si è perduto un uomo ma presto rinascerà la mia anima sbatte nei vicoli come un giornale che un vento ubriaco trascina stanotte chissà dove va ma la voglia di vivere ancora mi salverà ma chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela la mia anima e nuda presto rinascerà in questa notte fottuta presto rinascerà ma che dici che mangi che guardi che scherzi che ridi giro randagio tra i resti più belli di questa città ma il mestiere di vivere adesso mi salverà. MICHELE ZARRILLO STRADE DI ROMA Mi rivedo sognante e vibrante nel centro di Roma a guardar vetrine. Tra i negozi la gente la fretta dell'ora di punta tu mi passi accanto. Non ti accorgi di un uomo che adesso cammina da solo in questa sera che soffia silenzio e nostalgia oramai non c'è proprio nessuno sulla via. Camminando per strade deserte nel centro di Roma mi diverto tanto. Ci ripenso mi guardo mi sfido la strada e' un mistero cento lire in cielo da quale parte si va la mia anima è nuda come i manichini in vetrina dove la gente misura soltanto vanità ma il mestiere di vivere adesso mi salverà e chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela. Ma perché quando un uomo è da solo diventa più vero che strano pensiero in questa notte che va tra i sobborghi di antiche ringhiere i mercati le chiese si è perduto un uomo ma presto rinascerà la mia anima sbatte nei vicoli come un giornale che un vento ubriaco trascina stanotte chissà dove va ma la voglia di vivere ancora mi salverà ma chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela la mia anima e nuda presto rinascerà in questa notte fottuta presto rinascerà ma che dici che mangi che guardi che scherzi che ridi giro randagio tra i resti più belli di questa città ma il mestiere di vivere adesso mi salverà. MICHELE ZARRILLO STRADE DI ROMA Mi rivedo sognante e vibrante nel centro di Roma a guardar vetrine. Tra i negozi la gente la fretta dell'ora di punta tu mi passi accanto. Non ti accorgi di un uomo che adesso cammina da solo in questa sera che soffia silenzio e nostalgia oramai non c'è proprio nessuno sulla via. Camminando per strade deserte nel centro di Roma mi diverto tanto. Ci ripenso mi guardo mi sfido la strada e' un mistero cento lire in cielo da quale parte si va la mia anima è nuda come i manichini in vetrina dove la gente misura soltanto vanità ma il mestiere di vivere adesso mi salverà e chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela. Ma perché quando un uomo è da solo diventa più vero che strano pensiero in questa notte che va tra i sobborghi di antiche ringhiere i mercati le chiese si è perduto un uomo ma presto rinascerà la mia anima sbatte nei vicoli come un giornale che un vento ubriaco trascina stanotte chissà dove va ma la voglia di vivere ancora mi salverà ma chissà tu dove sei stasera, con chi dividerai la mela chissà tu cosa fai stasera e con chi scioglierai la vela la mia anima e nuda presto rinascerà in questa notte fottuta presto rinascerà ma che dici che mangi che guardi che scherzi che ridi giro randagio tra i resti più belli di questa città ma il mestiere di vivere adesso mi salverà. MICHELE ZARRILLO STRANO MICHELE ZARRILLO SU QUEL PIANETA LIBERO MICHELE ZARRILLO TI PENSO OGNI MOMENTO Tu sei la vita che cercavo le parole che cantavo e non vivo senza te Qui dove uomini normali poi diventano bestiali ho una favola per te C'era una volta....un mondo..per noi un'immagine chiara...sincera...per noi Dentro me l'amore non è mai finito senza te io non so stare più un minuto come se negli occhi tuoi io ritrovassi il mare il cielo dentro me io ritrovo anche te Sai io ti penso ogni momento e se il tempo non finisse io ti penserei di più ma non c'è un attimo di tregua nei colori della sera il dolore non va via Era diverso il mondo per noi un'immagine pura...sicura per noi....per noi Dentro me l'amore non è mai finito senza te io non so stare più un minuto come se negli occhi tuoi io ritrovassi il mare il cielo dentro te io ritrovo anche me Sogni di sempre io vivo.....con te un'immagine chiara...sincera...per noi...per noi Dentro me l'amore non è mai finito senza te io non so stare più un minuto come se negli occhi tuoi io ritrovassi il cielo il mare dentro te io ritrovo anche te Anche se... tu non stai più con me con me tu non stai più con me tutto questo non ha senso più perchè tu non stai più con me tu non stai più con me MICHELE ZARRILLO TOCCARTI NELL'ANIMA MICHELE ZARRILLO TROPPO AMORE MICHELE ZARRILLO UN NUOVO GIORNO MICHELE ZARRILLO UNA ROSA BLU Una rosa blu sulla pelle tua mi ricordi Londra snob e bionda con un filo di follia dicono di te... pare che ci stai che ti scaldi presto che poi tutto il resto e non ti leghi mai ma se fossi mia io ti legherei con un laccio al cuore che ti faccia male quando te ne vai. Io sulla pelle io te lo scriverei che mi piaci perché sei come sei col tatuaggio con quella rosa blu che è il tuo coraggio e la tua risorsa in più. E ti racconto di me di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che vuol dire ti amo che si è aperta di più la rosa sul tuo seno. Una rosa blu che non va più via dolce e un po' perversa come un po' diversa è la tua fantasia una rosa blu come non ce n'è ma una cosa rara sono io stasera che la chiedo a te. Io sulla pelle io me lo scriverei l'amore in macchina no non c'è magia un tatuaggio perché va dove vai al mare o dove si può purché scappare via. E mi racconto di te di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che ti ho detto ti amo quando si apre sul seno la tua rosa blu. Se fossi mia ti legherei... ma un laccio al cuore non ci sei al mare o dove c'eri tu mi punge la tua rosa blu dolce e un po' perversa è la tua fantasia. Ma una rosa blu sulla pelle mia me ne accorgo adesso, passo dopo passo che non va più via. MICHELE ZARRILLO UNA ROSA BLU Una rosa blu sulla pelle tua mi ricordi Londra snob e bionda con un filo di follia dicono di te... pare che ci stai che ti scaldi presto che poi tutto il resto e non ti leghi mai ma se fossi mia io ti legherei con un laccio al cuore che ti faccia male quando te ne vai. Io sulla pelle io te lo scriverei che mi piaci perché sei come sei col tatuaggio con quella rosa blu che è il tuo coraggio e la tua risorsa in più. E ti racconto di me di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che vuol dire ti amo che si è aperta di più la rosa sul tuo seno. Una rosa blu che non va più via dolce e un po' perversa come un po' diversa è la tua fantasia una rosa blu come non ce n'è ma una cosa rara sono io stasera che la chiedo a te. Io sulla pelle io me lo scriverei l'amore in macchina no non c'è magia un tatuaggio perché va dove vai al mare o dove si può purché scappare via. E mi racconto di te di lei ma chi se ne frega ma si doveva andare andare così e non mi accorgo nemmeno che ti ho detto ti amo quando si apre sul seno la tua rosa blu. Se fossi mia ti legherei... ma un laccio al cuore non ci sei al mare o dove c'eri tu mi punge la tua rosa blu dolce e un po' perversa è la tua fantasia. Ma una rosa blu sulla pelle mia me ne accorgo adesso, passo dopo passo che non va più via. MICHELE ZARRILLO UNO E MAI NESSUNO Dammi un nome dammi un viso dammi mani braccia e memoria di me ... di me Dammi voce dammi un peso dammi una ragione nel vuoto che c'è ... se c'è niente è uguale a me e uguale a tutto sono io in questo mondo non più mio alone alone again ... Una ragione per me una ragione per me una ragione se c'è ... che somiglia a me Dammi un posto un'ora un giorno dammi una famiglia e un amico se c'è ... dov'è Dammi un viaggio di ritorno uno spazio un credo una casa un perché ... per me io non vedo più non parlo più non sento più ma riconosco i passi miei alone alone again e non voglio dirmi ancora addio lasciando a un altro il posto mio alone alone again ... Una ragione per me una ragione per me una ragione se c'è ... che somiglia a me Io come te voglio solo capire quante volte si vive davvero e quante volte si deve morire per raggiungere un metro di cielo che non vedo mai L'ultima finzione adesso è che ognuno sia se stesso col suo modo di pensare una bocca gli occhi e il cuore suo non voglio più sentire chi a detto troppe volte si alone alone again uno e mai nessuno mi vorrei tra centomila uguali a me alone alone again ... Una ragione per me una ragione per me una ragione se c'è ... che somiglia a me Uno e mai nessuno mi vorrei con gli errori e i voli miei senza assomigliarmi mai perché il mondo il mondo è solo dove sei

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada